Uncategorized

Seconda audizione sulla questione Snam a Roma

Si  terrà domani mattina, mercoledì 13 luglio a Roma,  la seconda audizione sulla questione del devastante progetto Snam  (megagasdotto Brindisi-Minerbio di 687 km e centrale di compressione a Sulmona).

Presso l’VIII° Commissione (Ambiente),  a Palazzo Montecitorio, sono stati convocati:

la Snam, la Regione Abruzzo e i Comuni di L’Aquila, Sulmona e Gubbio.

L’iniziativa è scaturita in seguito alla presentazione della  risoluzione parlamentare (n. 7/00518)  firmata dai deputati del PD Mariani, Verini, Lolli e Vannucci.

La scorsa settimana  sono stati ascoltati i rappresentanti dei comitati cittadini , le Comunità montane e la Regione Umbria.

Ora tocca ai rappresentanti  della società proponente,  alla Regione Abruzzo che è una delle più coinvolte (nel tratto  Sulmona-Foligno di  167 km quasi due terzi  interessano l’Abruzzo interno) e ad alcuni dei  Comuni più importanti che hanno  manifestato la loro contrarietà all’opera.

Per quanto riguarda il   territorio aquilano particolare rilevanza assumono le posizioni assunte da L’Aquila e da  Sulmona  che hanno più volte espresso  chiaramente la loro opposizione, sia  con atti deliberativi che tramite  ricorsi al TAR.

Quella di Sulmona è l’area maggiormente colpita da questo dissennato progetto che, occorre ripeterlo, è di mero attraversamento territoriale, senza alcun vantaggio per la popolazione residente.

Infatti,  Sulmona, non solo è attraversata dal metanodotto, ma è stata individuata dalla Snam come sito per la centrale di compressione che, a fronte di un’occupazione pressoché nulla, provocherà un impatto notevolissimo sull’ambiente e sulla salute.

E’ perciò importante che nell’audizione la città venga rappresentata – così sembra sia stato deciso – al massimo livello , vale a dire dal Sindaco   Fabio Federico e dall’assessore all’Ambiente Mauro Tirabassi.

Quanto alla Regione Abruzzo, non sappiamo chi ci sarà a rappresentarla.

Ci auguriamo che alla Commissione Parlamentare  venga fornita un’informazione pienamente aderente alla realtà di fatto : vale a dire che , anche se la Regione non si è mai formalmente espressa al riguardo,  c’è in itinere una proposta di legge, che ha avuto il consenso unanime in sede di commissione territorio  e  che ha come finalità quella di non consentire la realizzazione di grandi metanodotti in aree della massima sismicità.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...