Uncategorized

SNAM: SI DECIDE IN QUESTE ORE SULLA TESTA DEI CITTADINI.

Per oggi pomeriggio, alle ore 15 è stato convocato a Roma, dal  Sottosegretario Claudio De Vincenti, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, un “tavolo” sulla questione Snam.

La notizia è trapelata nonostante si sia cercato di mantenere sull’incontro una assoluta riservatezza.  A quanto si è saputo, vi dovrebbero partecipare i rappresentanti della Regione, della Provincia e del Comune di Sulmona.

Per la Regione dovrebbero prendervi parte il Presidente Chiodi e il Responsabile Affari della Presidenza Arch. Antonio Sorgi; per il Comune gli assessori Cirillo e Tirabassi.

Il condizionale è d’obbligo in quanto i rappresentanti degli Enti suddetti si sono ben guardati dall’informare i cittadini, con buona pace del principio di trasparenza che dovrebbe essere sempre alla base dell’operato della Pubblica Amministrazione.

Il motivo è molto chiaro, perché quello che oggi viene spacciato come “tavolo”, è cosa ben diversa dal tavolo nazionale al quale avrebbero dovuto partecipare – così come aveva reso noto la stessa On.le Paola Pelino – anche i parlamentari e i rappresentanti del movimento anti gasdotto.

In realtà gli Enti che si incontreranno a Roma con i rappresentanti del Ministero sono proprio quelli che, secondo la procedura autorizzativa, devono dare il loro parere o l’intesa sull’opera.

Ciò significa che in  queste ore si stanno perfezionando i passaggi amministrativi previsti dalla conferenza dei servizi, per arrivare in tempi strettissimi ad autorizzare la centrale ed il metanodotto.

Riteniamo molto grave che, anziché istituire il tavolo nazionale previsto dalla Commissione Ambiente della Camera dei Deputati per la individuazione di soluzioni alternative, al di fuori della dorsale appenninica, si acceleri invece il procedimento autorizzativo in atto e che ciò avvenga con l’acquiescenza degli Enti che pure hanno espresso, con appositi deliberati, la loro contrarietà all’opera: Regione, Provincia e Comune.

Chiediamo che venga immediatamente fermata la procedura in corso e che, nel rispetto della volontà unanimemente espressa dalle istituzioni elette dai cittadini – Parlamento e Regione – si dia luogo subito al vero tavolo nazionale, con la partecipazione di tutti i soggetti interessati.

All’On.le Pelino diciamo: se ci sei batti un colpo! Ora perché dopo sarà tardi.

Invitiamo tutti i cittadini a stare molto all’erta perché è in queste ore che il nostro territorio sta rischiando di essere pugnalato alle spalle.

 

Sulmona, 10/05/2012

 

                                                                                                                                             Comitati cittadini per l’ambiente

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...